News

Il Direttore del CRIEP Luciano Greco, professore di Scienza delle finanze all’Università di Padova, spiega così l’importanza dell’evento: “La SIEP è un’istituzione scientifica prestigiosa. Tra i suoi membri si annoverano illustri studiosi, ma anche personalità che hanno ricoperto importanti incarichi istituzionali, sia in Italia che all’estero. Nei trent’anni di attività, le conferenze della SIEP hanno conciliato il rigore scientifico con il dibattito su argomenti di politica economica attuali per l’Italia, l’Unione europea e la comunità internazionale. È un momento di riflessione anche per le scelte che il nostro Paese è chiamato ad affrontare.” “Ecco perché”, aggiunge il prof. Greco, “siamo particolarmente orgogliosi che questo evento si svolga, per la prima volta, a Padova. Ed è particolarmente felice la coincidenza di questa iniziativa con i vent’anni di attività dello stesso CRIEP, fondato nel 1998 dalle Università di Padova, Venezia e Verona.”

Nei tre giorni della conferenza, oltre 160 economisti, provenienti da Università e istituzioni di ricerca italiane e straniere, presenteranno le loro ricerche e si confronteranno con esperti e rappresentanti di istituzioni pubbliche e private in tavole rotonde attinenti al tema generale della conferenza di quest’anno, che è “Cambiamenti strutturali globali, le sfide per gli Stati”.

Il Direttore del CRIEP così chiarisce l’importanza del tema scelto quest’anno: “Negli ultimi trent’anni, si è costruito un consenso crescente tra gli esperti attorno all’idea che i mercati e gli Stati siano ‘entrambe istituzioni imperfette’ e pertanto l’obiettivo fondamentale della ricerca e della politica economica diventa l’identificazione della ‘forma più appropriata d’intervento pubblico’. La tragedia del Ponte Morandi e della sicurezza delle infrastrutture nel nostro Paese evidenzia in maniera drammatica la centralità di questi problemi. Più in generale, le nuove sfide globali richiedono il rafforzamento della collaborazione tra pubblico e privato, oltre che tra istituzioni locali, nazionali, europee e internazionali, con l’obiettivo finale della revisione delle regole dei mercati nazionali e globali”.

Di particolare interesse saranno due eventi della Conferenza SIEP 2018 aperti al pubblico e alla stampa:

Il 20 settembre 2018, a partire dalle 16:30, nell’Aula Magna dell’Università di Padova si terrà la tavola rotonda – organizzata in collaborazione con gli Istituti di ricerca regionali – sul tema “Il federalismo asimmetrico in Italia e in Europa”, introdotta dal Prof. Luciano Greco (Direttore del CRIEP) e dal saluto del Sindaco di Padova, Sergio Giordani, e moderata dal Prof. Gilberto Muraro (Presidente della Fondazione CARIPARO), durante la quale si confronteranno esperti accademici, delle istituzioni di ricerca e rappresentanti di governo, tra cui in particolare il Prof. Mario Bertolissi dell’Università di Padova, il Prof. Solé Ollé dell’Università di Barcellona, il dott. Stefano Piperno dell’IRES Piemonte e il Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze on. Massimo Garavaglia. L’obiettivo della tavola rotonda è di andare oltre i limiti del dibattito politico sul tema dell’autonomia, ponendo a confronto le valutazioni degli esperti di diverse discipline e le esigenze delle istituzioni e inquadrando la situazione italiana nel più generale quadro europeo, con particolare riferimento alla situazione di altre regioni autonome europee (es. la Catalogna in Spagna).

Il 21 settembre 2018, a partire dalle 13:00, nell’Aula 12 della Scuola di Economia dell’Università di Padova, in via Bassi 1, verrà presentato il prestigioso Rapporto annuale edito dal Mulino “La finanza pubblica italiana: rapporto 2018”. Il Rapporto analizza le politiche adottate dagli ultimi governi con riferimento ai più rilevanti ambiti d’intervento pubblico (conti pubblici, fisco, previdenza e assistenza, sanità, federalismo, public utilities, infrastrutture). Nel Rapporto 2018, vengono approfonditi due temi di grande importanza per i conti pubblici italiani e per le prospettive di ripresa economica del paese: il ruolo giocato negli ultimi anni dalle politiche di austerità e il dibattito sulla riforma dell’Irpef. All’indomani della presentazione in anteprima presso la Camera dei Deputati avvenuta la scorsa settimana, il Rapporto verrà illustrato per la prima volta al pubblico dai curatori Prof. Giampaolo Arachi (Università del Salento) e Prof. Massimo Baldini (Università di Modena e Reggio Emilia) e sarà commentato dalla Prof.ssa Maria Cecilia Guerra (Università di Modena e Reggio Emilia), dalla Prof.ssa Anna Marenzi (Università Ca’ Foscari di Venezia & CRIEP) e dal Prof. Alessandro Petretto (Università di Firenze).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment