Rizzi D., Campostrini S., Sarpellon G., Bertin G., Zanette M. (2007).

Le famiglie nelle zone degradate delle città venete: il caso di Padova. vol. 04/EV/2007, pp. 1-95

 

Abstract:

Lo sviluppo urbano di una grande città è spesso associato a fenomeni di concentrazione spaziale della povertà. Questa ricerca si propone di verificare se all’interno di una città metropolitana come Padova esistono aree dove il disagio economico delle famiglie è particolarmente diffuso e, più in generale, qual è il livello relativo di benessere economico delle famiglie nelle varie aree della città. Dal punto di vista metodologico abbiamo voluto sperimentare l’impiego di due diversi approcci: il primo, più immediato, si basa sull’analisi dei redditi dichiarati ai fini IRPEF dai residenti nelle varie zone della città, mentre il secondo, di tipo demografico, fornisce indicazioni sulla condizione economica di un’area urbana partendo dal calcolo dell’età media alla morte e della probabilità alla morte della popolazione residente nell’area urbana. I risultati ottenuti confermano l’esistenza di notevoli disparità territoriali nella condizione economica della popolazione residente a Padova, e mostrano altresì come il disagio economico non sia un fenomeno connesso esclusivamente alle periferie urbane. La distribuzione territoriale del disagio economico, e quindi l’individuazione delle aree più critiche, dipende poi dal tipo di indicatore considerato, ovvero, dal particolare significato che si vuole attribuire al concetto di povertà. Alcune interviste a testimoni privilegiati confermano le risultanze delle analisi empiriche e forniscono preziosi spunti per implementare azioni di politica economica, sociale e urbana coerenti con i risultati ottenuti.